Il Presidente eletto del Rotary International, Holger Knaack, incoraggia i Rotariani a cogliere le tante opportunità che offre il Rotary per arricchire la loro vita e le comunità in cui operano. 

Guarda il discorso sul tema

Holger Knaack, socio del Rotary Club di Herzogtum Lauenburg-Mölln, Germania, ha rivelato il tema presidenziale per il 2020/2021, Il Rotary crea opportunità, ai governatori entranti all’Assemblea Internazionale del Rotary a San Diego, California, USA, il 20 gennaio.

Il Rotary è non è solo un club a cui affiliarsi, ma piuttosto è “un invito a innumerevoli opportunità” secondo Knaack, che assumerà l’incarico di presidente il 1º luglio. Knaack ha voluto evidenziare come il Rotary crea dei percorsi per consentire ai soci di migliorare la loro vita e la vita di coloro che aiutano attraverso i progetti di service.

“Noi crediamo che le nostre azioni di service, grandi e piccole, creano opportunità per le persone che hanno bisogno del nostro aiuto”, ha dichiarato Knaack, aggiungendo che il Rotary crea opportunità di leadership e offre ai soci l’opportunità di viaggiare nel mondo per mettere in atto le idee di service e allacciare rapporti duraturi.“Ogni cosa che facciamo crea un’altra opportunità per qualcun altro, da qualche altra parte”, ha spiegato Knaack.

Cambiare per il futuro

Il Presidente eletto ha anche invitato i soci ad accogliere il cambiamento per consentire al Rotary di espandersi e prosperare. Piuttosto che definire un target specifico per aumentare il numero di soci, Knaack chiederà ai club e distretti di pensare a una crescita organica e sostenibile. Holger desidera che i club si concentrino nel mantenere coinvolti gli attuali soci e aggiungere nuovi soci che siano adatti al loro club.

Cattureremo questo momento per far crescere il Rotary, rendendolo più forte, più adattabile e ancora più allineato ai nostri valori fondamentali

Holger Knaack
Presidente eletto del Rotary International

“Dobbiamo smettere di pensare ai nuovi soci come a persone he possiamo includere nelle statistiche per poi dimenticarcene. Ogni nuovo socio ci cambia un po’. Quella persona porta una nuvoa prospettiva, nuove esperienze. Dobbiamo accogliere questo costante rinnovamento. Diventeremo più forti man mano che impareremo dai nuovi soci”.

Knaack ha indicato il Piano d’azione del Rotary come un compasso, in grado di guidare i club mentre si evolvono. Secondo il Presidente eletto, ogni club dovrebbe avere una riunione per il piano strategico almeno una volta all’anno. Durante la riunione, il club dovrebbe chiedersi dove desidera essere in cinque anni e conoscere il valore che offre ai suoi soci. 

Knaack desidera anche vedere più donne in ruoli di leadership e vedere i Rotariani giocare un ruolo essenziale su come vengono formati e amministrati i nuovi club. Holger ha incoraggiato i dirigenti distrettuali a creare nuovi modelli di club e a ripensare a cosa significa essere nel Rotary, consentendo ai giovani di essere gli architetti di questi nuovi club.

“Dobbiamo essere aperti a nuovi approcci e la creazione di nuovi club unici per giovani fa parte della soluzione”, ha detto Knaack. “Lasciamo ai Rotaractiani la scelta del tipo di esperienza nel Rotary che funziona meglio per loro. Questi giovani sono brillanti, energetici e si danno da fare”.

Nel sottolineare la necessità di accogliere il cambiamento, Knaack ha osservato che il tempo non si fermerà per aspettare il Rotary: “Noi non ci lasceremo sconfiggere dai rapidi cambiamenti. Cattureremo questo momento per far crescere il Rotary, rendendolo più forte, più adattabile e ancora più allineato ai nostri valori fondamentali”.

 

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>