Articolo tratto dal Notiziario Distrettuale *

Il 5 Gennaio, nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Maria della Pieve in Arezzo, i Rotary Club dell’Area Etruria (Arezzo, Arezzo Est, Casentino, Montaperti-Castelnuovo Berardenga, Cortona -Val di Chiana, Valdarno e Sansepolcro-Piero della Francesca) hanno organizzato una splendida serata di musica classica.

Prendi tre musicisti di caratura internazionale, aggiungi la musica ed il suo messaggio d’amore. Poi prendi tanti cuori e una sola volontà, quella dei Rotary Club dell’Area Etruria, mettili in un contenitore di pregio quale è la Chiesa di Santa Maria della Pieve ad Arezzo, in un giorno speciale, il 5 Gennaio, quello che precede la rivelazione al mondo di Gesù. Quello che otterrai sarà un piccolo, grande miracolo.

Questa è la ricetta proposta dai Rotary dell’Area Etruria per raccogliere fondi a favore dei progetti del “Dopo di noi” messi in atto dalla Fondazione “Riconoscersi” onlus che si occupa di ragazze e ragazzi diversamente abili.

Tre virtuosi della musica classica come Roberto Fabbriciani, Gianna Fratta e Giovanni Roselli, hanno tenuto uno storico concerto, il cui ricavato è stato devoluto a favore dell’associazione “Riconoscersi” che aiuta le persone disabili nel loro percorso di vita, soprattutto in assenza di una famiglia di riferimento. I progetti dell’associazione permettono di abbattere indifferenza e abbandono nel destino di chi è affetto da patologie psichiatriche e fisiche invalidanti.

I protagonisti del concerto:

Giovanni Roselli diplomato in flauto nel 1984 al Conservatorio Statale di Musica “G. B. Martini” di Bologna, primo flauto nell’Orchestra del Teatro alla Scala e della Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano. Ha collaborato con i Virtuosi del Teatro alla Scala, I Solisti del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, la Milan Chamber Orchestra – La Scala Players.

Roberto Fabbriciani ha studiato flauto con Severino Gazzelloni e composizione con Camillo Togni. È autore di opere musicali e testi didattici adottati nei percorsi della didattica musicale internazionale, editi da Ricordi e Suvini Zerboni. Tra le sue recenti composizioni: Glaciers in Extinction; Alchemies; Quando sorge il sole; Abyss; Zeus jouer de flûtes (2006-08); Figaro il Barbiere (liberamente tratto da Rossini).

Gianna Fratta pianista e direttrice d’orchestra. Ha suonato e diretto in tutto il mondo, dopo aver completato la sua formazione accademica in varie discipline tra cui pianoforte e composizione col massimo dei voti, direzione d’orchestra con 10 e lode. Il Presidente della Repubblica italiana le ha conferito l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica per i suoi meriti artistici internazionali come pianista e direttrice d’orchestra che l’hanno vista esibirsi nelle sale più prestigiose e con le più grandi orchestre, spesso come prima donna. Da New York a Seoul, da Barcellona a Londra, da Parigi a Berlino, da Istanbul a Colonia, da Stoccolma a Macao. Nell’ottobre del 2014 il suo nome è stato pubblicamente fatto nella terna dei possibili successori di Riccardo Muti alla direzione stabile del Teatro dell’Opera di Roma.

* 12 febbraio 2018

 

Share this Post

2 Comments

  1. 981207 465137appreciate the effort you put into getting us this info 56814

  2. 255145 490964Admiring the time and energy you put into your blog and in depth details you offer. It is good to come across a weblog every once in a even though that isnt the same old rehashed material. Wonderful read! Ive bookmarked your web site and Im adding your RSS feeds to my Google account. 908460

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>