Carlo Auriemma e Elisabetta Eordegh

Carlo_timone_mare Carlo e Lizzi sono due persone fuori dal comune, che non rientrano tra quelle cosiddette “normali” (in senso statistico non hanno una distribuzione simmetrica intorno alla media) e sanno sicuramente produrre emozioni: come l’aria di una musica, come una rappresentazione teatrale, in-somma come un’opera d’arte, e con i contenuti dei loro racconti riescono a far emergere sentimenti. Carlo e Lizzi mal si definiscono: navigatori e velisti piuttosto che scrittori e documentaristi. Io li definirei viaggiatori.

Infatti dal 1988, dopo aver messo a punto “il Vecchietto” (un Alpa di 11,50 mt), hanno iniziato il giro del mondo. È durato poco più di tre anni, percorrendo oltre 40.000 nm, attraverso i tre Oceani. Dopo innumerevoli albe e altrettanti tramonti, molti popoli e diverse culture, isole selvagge e spiagge incontaminate, sono tornati a Milano. Come pesci fuor d’acqua si sono resi conto che la loro vita era nel mare. Adesso con la loro amata ed innovativa ‘Barca Pulita’, sono alla ricerca di puntini quasi invisibili in un planisfero. Atolli o isole raggiungibili con l’unico strumento al mondo capace di arrivarvi senza carburante, ma per mezzo di una vela, come duemila anni fa. La loro passione è divenuta il loro lavoro. Documentare e conoscere popolazioni nascoste e poi ripartire, senza lasciare il segno di quell’uomo “civilizzato” che impone la sua scomoda presenza. Integran-dosi con nuove civiltà hanno assaggiato i loro cibi, rispettato i loro riti, recitato le loro preghiere. Sono nati dei documentari richiesti dalla Rai e dalla Televisione Svizzera (TSI). Vengono trasmessi ripetutamente nella trasmissione “Geo e Geo” e durante la nostra conviviale ci hanno mostrato quello che racconta la loro professione, con scorci di paesaggi paradisiaci ed acque trasparenti. Hanno scritto a quattro mani dei libri che appassionano molti lettori, soprattutto gente di mare, in cerca di forti emozioni.

Alcuni velisti in sala, forse si aspettavano di sentire parlare di gennaker, piuttosto che di tecniche di navigazione d’altura. Nulla di tutto ciò… Hanno toccato molte tematiche di estrema attualità: temi naturalistici e di alimentazione sostenibile, cambiamenti climatici e globalizzazione. Insomma, conoscere Carlo e Lizzi ci ha permesso di conoscere persone che con la loro autenticità e semplicità raccontano le loro esperienze di vita e offrono il loro “piccolo” contributo per salvaguardare il nostro pianeta, proteggerlo dall’inquinamento ed opporsi al consumismo sfrenato ed allo spreco che torna a discapito del miliardo di persone che soffre la fame. Viviamo oramai in una società decadente che non è più collegata ai metodi produttivi ed alle proprie tradizioni sostenibili. Sono questi i principali temi trattati la mattina seguente all’Istituto tecnico Galileo Galilei davanti ad oltre 80 studenti. Hanno parlato di spreco energetico, di surriscaldamento globale con scioglimento dei ghiacciai ed inevitabile sommersione di atolli dispersi negli oceani, dove vivono civiltà che non possono fare e dire niente per salvaguardare la loro povera casa e la loro semplice vita. La realtà e che nessuno si preoccupa di loro, forse perché sono la minoranza e non rientrano nella logica del profitto. Tutti temi cari anche al Rotary, che l’Associazione Barca Pulita cerca di rappresentare.

Lizzi_medusa Carlo e Lizzi continuano a portare il loro contributo sottovoce ma con perseveranza, con estrema dolcezza, mostrando come si conduce una barca a vela, con la mano sulla barra del timone e con il naso all’insù, per percepire il vento, senza il frastuono del motore, con la brezza che ti increspa i capelli e ti dona speranza. Quella speranza che li induce sempre a ripartire alla volta di un nuovo viaggio. Verso le rinomate Chagos o Fiji o le meno conosciute Samoa, oppure verso le recondite Taveuni, Yanuda, Rambi o Ngamea, non importa dove e quanto sono lontane. C’è sempre gente da scoprire che con la sua diversità può arricchire la loro anima.

Riunione tenuta il 1 marzo 2016

Foto Dario-Deni Past President 2013-‘14
20160317_212206

I velisti a fianco del Presidente Urbano Dini

20160318_114611

L’incontro con gli studenti dell’istituto tecnico Galileo Galilei di ArezzoArezzo Est

20160317_232615

Il Presidente fa omaggio ai relatori di una barca a vela a nome del RC Arezzo Est

 

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>